Acidità di stomaco: cause, sintomi e rimedi

Novembre 3, 2022 0 Di Admin
Acidità di stomaco: cause, sintomi e rimedi

L’acidità di stomaco è un malessere molto comune negli adulti. Si manifesta in uomini e donne e dipende principalmente dallo stile di vita, ma può essere legato anche a diverse patologie come: reflusso gastroesofageo, gastrite e ulcere.

L’acidità di stomaco è il risultato di un’eccessiva produzione di succhi gastrici, non contrastata in maniera sufficiente dal muco gastrico prodotto naturalmente per proteggere lo stomaco. Infatti, sono questi succhi che provocano irritazione e infiammazione.

L’effetto più comune dell’acidità è la sensazione di bruciore che si avverte principalmente nella parte alta dell’addome.

In questo articolo vedremo le cause, i sintomi e i rimedi da scegliere in caso di acidità di stomaco.

Cause dell’acidità di stomaco

Le cause dell’acidità di stomaco sono legate sia a fattori fisici che a fattori emozionali. Infatti, sia disturbi all’apparato digerente, sia condizioni emotivamente instabili possono provocare irritazione o infiammazione dello stomaco.

Le cause principali dell’acidità gastrica sono:

  • Cattive abitudini alimentari, pasti troppo abbondanti, uso eccessivo di alcol e caffè, alimenti troppo acidi come gli agrumi e il pomodoro, cibi piccanti e ricchi di grassi e bevande gassate;

  • Ansia, stress e uno stile di vita frenetico;

  • Farmaci che riducono la produzione del muco gastrico protettivo;

  • Infezione da Helycobacter pylori;

  • Sovrappeso e obesità

  • Gravidanza

A volte le cause dell’acidità gastrica si confondono con la cattiva digestione. Questo perché sono entrambi disturbi che interessano l’apparato digerente e sono strettamente legati tra loro. In ogni caso è importante approfondire e capire le effettive cause dell’acidità di stomaco.

Sintomi dell’acidità di stomaco

Tra i sintomi dell’acidità di stomaco, oltre al dolore e al bruciore gastrico, possono comparire anche altri disturbi che sono dovuti all’aumento della produzione di acidi gastrici o ad una riduzione del muco, che dovrebbe proteggere le pareti interne dello stomaco dall’acidità.

Tra i principali sintomi che accompagnano l’acidità gastrica ci sono:

  • Eruttazione

  • Nausea

  • Vomito

  • Sensazione di pressione all’addome

  • Pesantezza o senso di vuoto allo stomaco

L’acidità di stomaco si può presentare come un problema occasionale o può essere ricorrente. Il disturbo occasionale è solitamente dovuto ad abitudini alimentari o a comportamenti scorretti. Quando l’acidità gastrica si presenta in modo ricorrente è bene sentire il parere di un medico poiché alla base potrebbero esserci problematiche maggiori come per esempio: ulcera, ernia iatale o infezioni batteriche.

Se invece la sensazione di acidità non si limita solo all’area dello stomaco, ma si presenta anche verso l’alto, coinvolgendo l’esofago e la gola, potrebbe trattarsi anche di reflusso gastroesofageo.

Rimedi per l’acidità di stomaco

Tra i rimedi per l’acidità di stomaco sicuramente è possibile adottare una dieta sana ed equilibrata. Infatti può essere molto importante la scelta degli alimenti da consumare. Prediligere: cereali integrali, pesce, carni bianche, frutta e verdura di stagione, yogurt e erbe aromatiche.

Quando l’acidità di stomaco dipende da fattori come stati di ansia o stress, i rimedi utili possono essere: tecniche di rilassamento, meditazione e yoga. In più, anche una moderata attività fisica è un buon alleato per tutelare al meglio il nostro benessere psico-fisico.

Concentrandoci sui rimedi naturali è giusto ricordare:

  • Liquirizia, che favorisce la funzionalità del sistema digerente, alleviando i sintomi di bruciore. Si può assumere sotto forma di infuso o decotto;

  • Altea, malva e aloe formano una barriera protettiva che aderisce allo stomaco e lo protegge;

  • Tisane a base di camomilla, melissa e valeriana svolgono una buona azione calmante;

  • Tisane a base di carciofo, tarassaco, rabarbaro, genziana e finocchietto favoriscono la digestione e di conseguenza riducono la produzione di succhi gastrici.

  • Vitamine del gruppo B, in particolare la vitamina B1 e la vitamina B6 che favoriscono il metabolismo energetico

  • Sali di bicarbonato o citrati, che favoriscono la funzionalità digestiva e controllano il PH dello stomaco.

Per concludere, sotto il consiglio del medico o del farmacista è possibile prendere in considerazione anche dei medicinali specifici. Anche in questo caso però risulta fondamentale correggere eventuali abitudini sbagliate legate allo stile di vita o all’alimentazione.