Dieta per migliorare la memoria: ecco cosa mangiare a tavola

Giugno 8, 2019 0 Di Admin
Dieta per migliorare la memoria: ecco cosa mangiare a tavola

Ci sono diverse attività che richiedono un livello molto alto di concentrazione. Possiamo pensare, ad esempio, a tutti i ragazzi e le ragazze che vanno a scuola oppure all’università: è chiaro come lo studio richieda un uso particolarmente frequente della memoria.

Anche i giocatori di poker professionisti devono seguire una dieta specifica, per fare in modo che la loro memoria e concentrazione siano sempre ai massimi livelli. Giocare a poker online, esattamente come per chi frequenta il mondo delle scommesse sportive online, vuol dire essenzialmente avere la capacità di concentrarsi sulle varie mosse che possono decidere una partita. L’attenzione e la concentrazione sono fondamentali anche per chi scommette, soprattutto in real time, dal momento che bisogna studiare la quota migliore da scommettere e farlo in modo immediato e rapido.

Dieta per la memoria: i cibi consigliati

Spesso e volentieri, è l’alimentazione il vero e proprio asso nella manica per riuscire ad aumentare la propria capacità di mantenere alta la concentrazione. Nello specifico, ci sono numerosi cibi che sono particolarmente ricchi per quanto riguarda le sostanze nutritive: l’obiettivo è quello, tramite una giusta alimentazione, di migliorare le funzioni cerebrali.

Quindi, ci sono diversi cibi che possono garantire notevoli effetti positivi non solo per quanto riguarda il cervello, ma anche in riferimento all’umore. Stiamo facendo riferimento, ad esempio, ai cereali integrali. L’orzo, il miglio, l’avena e il farro, ad esempio, sono tutti cereali che riescono a dare un gran beneficio in riferimento allo studio e al mantenimento di un alto livello di concentrazione. Il loro notevole potere saziante impedisce che possa insorgere la classica sonnolenza dopo pranzo che mette a dura prova la concentrazione.

Un altro alimento che risulta essere molto utile per aumentare la concentrazione e la memoria è indubbiamente il pesce. Una fonte naturale di vitamine che fanno parte del gruppo B, oltre che di quei grassi che vengono chiamati “buoni”, come gli Omega 3, che favoriscono lo sviluppo del sistema nervoso. Il suggerimento migliore da seguire è quello di optare per pesci di ridotte dimensioni, come ad esempio alici, sgombri e sardine, dal momento che hanno, al loro interno, una concentrazione più bassa di mercurio.

Cioccolato fondente e frutta

Il cioccolato fondente è uno degli stimolanti più importanti, soprattutto per via della notevole presenza di caffeina al suo interno. Un aiuto, piuttosto goloso, perché il cervello possa rimanere sempre piuttosto sveglio e reattivo. Ovviamente, non bisogna esagerare con le porzioni: è sufficiente consumare un quadratino di cioccolato fondente ogni giorno.

La frutta secca e la frutta e verdura di stagione, rappresentano due elementi da cui non si può prescindere. La frutta e la verdura di stagione garantiscono un alto contenuto di antiossidanti e Sali minerali, andando a combattere i radicali liberi, ovvero coloro che favoriscono l’invecchiamento cerebrale. La frutta secca, invece, dà un grande apporto di acidi grassi essenziali, che svolgono una funzione importante per ripulire l’intestino, considerato una sorta di secondo cervello negli esseri umani.

Le uova e l’acqua sono altri due elementi che non bisogna dimenticare. All’interno delle uova troviamo la colina, una sostanza che viene utilizzata sia dalle membrane delle cellule che per trasmettere i vari impulsi nervosi. L’acqua, invece, garantisce un aumento delle performance delle cellule cerebrali. Per questo motivo, è importante mantenere sempre un buon livello di idratazione.