Juventus-Inter, domenica 3 alle 20:45 si giocherà il Super Challenge. Martedì 19° Derby di Coppa Italia

Marzo 28, 2017 0 Di Admin
Juventus-Inter, domenica 3 alle 20:45 si giocherà il Super Challenge. Martedì 19° Derby di Coppa Italia

Annunciate anticipazioni e rinvii per i prossimi tre giorni: Milano e Bologna rinviate a lunedì sera

La Serie A è ripresa nella dodicesima gara di ritorno, dopo l’ultima tappa della Nazionale. Juventus-Inter si giocherà domenica 3 aprile alle 20:45. Il Milan affronterà il Bologna lunedì sera 4. Ecco il programma completo di Serie A, con early e late e tv, dalla 12° alla 14° giornata di ritorno:

Un dodicesimo del rendimento

Sabato 2 aprile: Spezia-Venezia ore 15; Lazio-Sassuolo ore 18; Salernitana-Torino ore 20.45. Domenica 3 aprile: 12:30 Fiorentina-Empoli; 15 Atalanta-Napoli e Udinese-Cagliari; 18. Samp-Roma; 20.45-Juventus-Inter. Lunedì 4 aprile: 18:30 Verona-Genova; 20:45 Milano-Bologna.

Tredicesima volta

Sabato 9 aprile: Empoli-Spezia 15; 18 Internazionale Verona; 20.45 Cagliari-Juventus; domenica 10 aprile: Genova-Lazio 12.30; 15 Napoli – Fiorentina, Sassuolo – Atalanta e Venezia – Udinese; 18:00 Roma – Salernitana; 20:45 Torino – Milano. Bologna-Sampdoria, lunedì 11 aprile, ore 20.45. Scommetti le tue partite preferite in Top Casino, gioca, divertiti.

Quattordicesima volta

Venerdì 15 aprile: ore 19 – Inter Spezia; ore 21 Milano – Genova. Sabato 16 aprile: Cagliari-Sassuolo, 14.30 Samp-Salernitana e Udinese-Empoli; 16.30 Fiorentina-Venezia; 18.30 Juventus-Bologna; 20.45 Lazio – Torino. Lunedì 18 aprile: ore 19 Napoli-Roma; ore 21 Atlanta-Verona.

Coppa d’Italia

La Coppa Italia è la maggiore coppa calcistica d’Italia, per di più è la seconda concorrenza professionistica nazionale per la popolarità dopo il campionato di lega. Il torneo si tiene sotto le competenze della FIGC ed è distinta di fatto come una “coppa federale”, in condotta analoga alla FA Cup britannica, benché sia dal punto di vista logistica una “coppa di lega”, similarmente all’English Football League Cup. La squadra titolare della Coppa Italia può adornare le proprie uniformi ufficiali, per i dodici mesi seguenti la presa del trofeo, con la nastro italiano tricolore come contrassegno identificativo giusta vincita.

Ebbe inizio, l’edizione del torneo, nel 1922, e questa fu l’unica programmata senza intermediari dalla Federcalcio. La sfida fu riproposta nell’annata 1926-1927 (edizione sospesa ai sedicesimi di finale), e in seguito fu ristrutturata a modulazione annuale dalla stagione 1935-1936: in questo doppio periodo il torneo fu amministrato dal Direttorio Divisioni Superiori. La celebrazione ebbe un altro segnale di arresto, a causa della seconda guerra mondiale, nel 1943, e ebbe il suo rilancio nel 1958 sotto l’egida della Lega Nazionale Professionisti sino all’edizione 2009-2010. Dal 2010-2011 il premio è gestita dalla Lega Serie A. Se hai problemi vari al tuo intestino per il solvere il problema, clicca qui.

Il priorità di testate vinte è della Juventus, a quota quattordici trofei (di cui quattro consecutivi dal 2015 al 2018, a sua volta record); nella sua avvenimento la rivalità ha visto fin qui la dichiarazione di sedici gruppi diversi. Dal 1936, la composizione vittoriosa della competizione raggiunge, oltre al trofeo e ai favori valutari di sorta, pure la qualifica alle coppe europee; dal 2009, in gara c’è un posto in Europa League. Dal 1988, il club titolare della coppa compera ulteriormente il diritto a vedere i campioni della Serie A nella Super coppa italiana.