Ivan Gazidis, ha detto alla rivista ‘Forbes’, tante cose come amministratore delegato del Milan.

Febbraio 28, 2017 0 Di Admin
Ivan Gazidis, ha detto alla rivista ‘Forbes’, tante cose come amministratore delegato del Milan.

Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, si è fatto intervistare in esclusività a ‘Forbes‘. Ora vi informiamo un poco di quali sono le chicche.

Gazidis subito ha esposto le problematiche sul recente stadio di Milano…. che si dovrebbe fare. : «Conosciamo benissimo l’importanza di avere questo campo sportivo che è indispensabile per l’ associazione. Tale piano si deve concretizzare se la lega ha l’intenzione di avere i suoi tifosi sempre vicini ed pronti in ogni occasione per sostenere i giocatori. E ha dire tutto questo continua Ivan Gazidis, che è la metropoli di Milano nel desiderare ciò.

Il calcio italiano ha avuto per un decennio la dominazione delle grande….

È una modificazione per i due gruppi di calcio, Milan e Inter, nel loro viaggio per ricomparire alle cime del calcio europeo. Tutto ciò sarà una botta di vita grandissima per questi ragazzi atletici, dopo che, il  calcio italiano ha avuto per un decennio la dominazione delle grande Juventus nel suo nuovo stadio. Questo è un passaggio fondamentale. Possiamo dire che quest’uomo è molto agguerrito nel volete tutto questo ma, non solo per lui anche per i giocatori e i tifosi.

L’Europa contro la Premier League

«Europa deve trovare un modo per alzarsi e competere con la Premier League. Inoltre, non credo sia salutare per la Juventus governare la Serie A per un decennio o più, abbiamo visto questa tendenza in Francia, l’abbiamo vista in Germania. Questo non fa bene alla concorrenza». Gazidis ha detto a Theo Hernández: “Theo è un grande esempio, lo vediamo come un talento di livello mondiale che abbiamo portato e ci ha aiutato a crescere. Quindi è cresciuto con noi».

«Direi ancora che siamo in cammino. Ci stiamo ancora muovendo verso dove vogliamo essere. Ma siamo chiaramente sulla strada giusta. Si basa sulla trasformazione dei giovani giocatori del Milan in talenti di livello mondiale che alzano il livello della squadra e quindi aumentano le nostre entrate, il che ci consente di investire di più nella squadra per trattenerli. Se tutto ciò che facciamo è guardare indietro al glorioso passato, rimarremo indietro. È successo e non accadrà più. Sono molto ottimista su quello che faremo. Sono molto fiducioso che faremo qualcosa per il club, la città e la prossima. Comunque da non dimenticare anche di mangiare sano stretto legame che intercorre tra un’alimentazione varia ed equilibrata ed un sistema immunitario

Dopo questa meravigliosa intervista che quest’uomo ha fatto possiamo dire che nelle sue parole abbiamo visto una squadra con un grande ottimismo, noi tutti siamo vicini allo sport, ad uno sport sano che, dia la forza e l’energia giusta a tutti i neo calciatori che questi possono crescere con basi migliori ed possono sempre migliorare il loro talento sportivo. Ma, per avere questa grinta questa sicurezza di lottare in “modo pulito” per migliorare sempre di più, se questa è una possibilità positiva, allora il costruire uno stadio nuovo per tutti gli amanti e per tutti i giocatori sarà un ottimo futuro che non deluderà nessuno ma, darà la forza a tutti di essere dei veri calciatori.

Se volete sapere qualcosa in più leggete betn1 link