Serie B: qualche numero dopo le prime 7 giornate

Il campionato cadetto italiano si conferma tra i campionati più difficili, duri, competitivi ed equilibrati di tutto il calcio mondiale, competizione in cui bisogna approfittare dei bonus bookmakers, e anche nella prima fase della stagione non mancano certo sorprese. Un avvio tribolato per la serie B che nella stagione in corso vede la partecipazione di 19 club e non più 22, dopo un’estate passata più in tribunale che in campo per molte società, come Avellino, Pisa, Entella, che non sono sta ammesse alla competizione, né ripescate né accettate con penalità. Una stagione dunque, che visto il nuemero dispari prevede anche la giornata di riposo. Ma come sta andando la serie B 2018/19? Vediamolo con qualche numero.

La classifica di serie B alla settima giornata

Come per gli anni precedenti anche il campionato in corso presenta una serie B a classifica corta. Dopo sett partite le 19 squadre, tra prima e ultima in classifica, sono in appena 13 punti. Prima della ripresa del campionato, fermo per le gare di Nations League, al comando della classifica il Pescara a 15 punti, seguito dal Verona a 13 e da Lecce e Spezia a 12 punti. A 11 punti ci sono il Palermo e la Cremonese, seguite dal quartetto Cittadella, Brescia, Benevento e Salernitana a quota 10. 8 punti per Perugia e 7 per il Crotone. A sei punti il Padovae l’Ascoli. Nella zona rossa e a pieno rischio retrocessione 5punti per il Carpi, 4 per Foggia (con 8 punti di penalizzazione), Venezia e Cosenza. Fanalino di coda il Livorno a soli 2 punti.

I goal fatti e subiti

Il Foggia vince entrambe le classifiche dei goal fatti e subiti con un 14 a 13 e +1 per la media inglese. Insieme al Foggia chi ha segnato di più sono Brescia e Benevento a 13 ma come per la squadra pugliese subiscono tanto, con 10 goal subiti per entrambe le squadre. Il Cittadella ha la miglior difesa, con soli 3 goal al passivo in questo campionato ma con un attacco che si ferma a 7 reti segnate, tra i peggiori e migliore solo del Venezia, a quota reti.

Play off e play out

Anche con la partecipazione di 19 squadre invece delle ormai abituali 22, non sono stati modificati i posti che decreteranno promozione, play off, play out e retrocessione. Come da regolamento le prime due della series aranno promosse direttamente in A, dal terzo all’ottavo posto le squadre giocheranno i play off per il terzo accesso disponibile nella massima serie. Nella parte bassa della classifica, retrocederanno le ultime 3, mentre quintultima e quartultima disputeranno il doppio incontro nei play-out per mantenere il posto nella categoria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *