Oggetti portafortuna, voi quali conoscete?

Febbraio 26, 2021 0 Di Admin
Oggetti portafortuna, voi quali conoscete?

Molte persone sono scaramantiche e scelgono un oggetto portafortuna da portare sempre dietro e salvarsi le giornate dalla sfortuna. Ci sono dei simboli e degli oggetti famosi per tradizione popolare e anche degli oggetti scelti da ogni singola persona molto personali o legati al proprio oroscopo o ai numeri e alle lettere che caratterizzano la vita, ad esempio la data di nascita, il nome, la maglia del giocatore preferito, eccetera, eccetera.

Le coccinelle sono piccoli insetti considerati portafortuna e creare un piccolo gioiello a forma di questo insetto dai colori e dalle forme simpatiche è un’idea e una moda che non muore mai. Anche il quadrifoglio è un simbolo di fortuna e positività che viene spesso trasformato in accessorio e anche disegno per magliette, sciarpe, cappelli. Di animaletti o mini personaggi simpatici da trasformare in portafortuna ce ne sono parecchi (visita sito per constatarlo tu stesso), qui descriviamo alcuni simboli tradizionali.

Coccinella o lo scarabeo

È bene partire dalle piccole cose graziose per parlare di portafortuna, in effetti è facile trasformarli in oggetti e accessori trasportabili. La coccinella ha sette pallini neri su un guscio tondo di colore rosso, un numero fortunatissimo su un colore molto potente e sgargiante.

Lo scarabeo nella versione gioiello e accessorio può sembrare carino, sicuramente lo è. La credenza che questo animale fosse portatore di buon auspicio deriva dall’Antico Egitto e dalle piramidi. Peccato che però questo animale è anche associato allo sterco e non è così negativo in un contesto contadino, in effetti il simbolo dello scarabeo come portafortuna verrà ripreso da altre civiltà viaggiatrici e agricole come i fenici, i cartaginesi, i greci, gli etruschi. Lo scarabeo è un simbolo che trasformato in amuleto, secondo le leggende, allontana anche il male.

Il ferro di cavallo

Il ferro di cavallo per poter portare fortuna dovrebbe essere quello vero, usato e appeso sempre con le estremità rivolte verso l’alto mai verso il basso. Le storie e i motivi di quanto scritto sono davvero tanti e le leggende si differiscono paese dopo paese. È universalmente provato che il ferro di cavallo è il portafortuna più conosciuto al mondo, ricordate che se ve ne regalano uno di attaccarlo al muro con le punte verso l’alto, se vi regalano collanine, bracciali e altri accessori la posizione delle due punte deve rispettare quanto detto altrimenti porterebbe sfortuna.

Il Quadrifoglio

Il quadrifoglio è un’anomalia del trifoglio bianco, una pianta erbacea rampicante che talvolta fiorisce. Attira api per il polline e il nettare, è amata nelle coltivazioni destinate al pascolo, può essere usato in cucina, nel giardinaggio può essere coltivato ma se spontaneo e non desiderato viene tolto. Il quadrifoglio essendo così raro viene considerata una gran fortuna trovarlo ma ci sono tante leggende legate ai sogni. Per i druidi erano un potente talismano anti spiriti maligni ed è proprio dal 1600 che questo fiore viene considerato portafortuna. Anche questa forma essendo piccola è replicabile come accessorio decorativo ma il vero portafortuna è quello che troverete davvero nel prato.