Perchè un fitness tracker può essere così importante

Agosto 19, 2020 0 Di Admin
Perchè un fitness tracker può essere così importante

Tecnologia e sport è un binomio sempre più stretto. Se questo era, fino a pochi anni fa, semplicemente legato all’ambito professionistico, oggi è alla portata di qualunque sportivo. Per molte persone dunque, scegliere un fitness tracker è un ottimo modo per poter supportare i propri esercizi in maniera efficace.

In questo articolo andremo proprio a focalizzarci su come questo tipo di strumento è in grado influenzare positivamente l’attività sportiva e in base a quali criteri è possibile scegliere un fitness tracker in linea con le necessità di ogni singolo utente.

Perché acquistare un fitness tracker?

Le funzionalità legate ai fitness tracker aumentano con il passare degli anni, forti di una tecnologia sempre più avanzata.

Senza ombra di dubbio, una delle principali funzioni è il cardiofrequenzimetro. Si tratta di un misuratore disponibile fin dai primi modelli lanciati sul mercato, che consente di tenere sotto controllo il battito cardiaco e altri dati legati allo stesso.

Un’altra metrica sempre più diffusa è il rilevatore del sonno. Questo permette al fitness tracker di registrare i movimenti dell’utente durante la notte e altri dati, al fine di comprendere se lo stesso si è riposato in maniera efficace.

Non mancano poi altre misurazioni interessanti come contapassi e misuratori del consumo di calorie. A seconda del tipo di modello scelto poi, esistono anche funzioni più particolari che, a seconda dell’attività svolta, possono rivelarsi più o meno utili.

Per esempio, possiamo citare dei promemoria che segnalano all’utente quando questo è troppo sedentario, oppure funzioni legate più strettamente allo smartphone, come alert per messaggi, posta elettronica e tanto altro.

Le specifiche tecniche a cui fare particolarmente attenzione

Ovviamente, prima di effettuare qualunque tipo di acquisto, è bene sapere quali parametri considerare di un fitness tracker. Oltre alle suddette funzioni infatti, è bene tenere conto di:

  • Display, che può risultare a colori o in bianco e nero. Questo può funzionare attraverso tecnologia touchscreen o attraverso bottoni e, ovviamente, può presentarsi con diverse dimensioni.
  • Batterie, che ovviamente determinano quanto a lungo si può utilizzare il fitness tracker tra una ricarica e l’altra. Queste sono solitamente agli ioni di litio e, la loro durata, è determinata anche dal numero di funzioni presentate all’utente.
  • Cinturino, dai diversi design e materiali. Si tratta di una peculiarità che influenza sia il look che il comfort offerto all’utente.
  • Compatibilità, con smartphone Android o iOS. La possibilità di far interagire il proprio dispositivo mobile con un fitness tracker è, per gli utenti più esigenti, un vero e proprio must.
  • Prezzo, che varia a seconda di caratteristiche e brand. Generalmente questi prodotti hanno un range che va da circa 20 euro, fino a superare gli 80.

Fatta questa premessa è possibile, leggendo le schede tecniche, individuare facilmente un dispositivo in grado di soddisfare le nostre esigenze.

Conclusioni

I fitness tracker sono un supporto molto utile per chiunque pratichi attività fisica a qualunque livello. A seconda delle proprie esigenze però, potrebbe essere necessario affidarsi a prodotti più o meno avanzati per quanto riguarda le funzioni, ma anche il display, le batterie e la compatibilità con i sistemi mobili.

Trattandosi di un dispositivo che influisce anche sul look di una persona poi, fattori come design e cinturino non andrebbero comunque sottovalutati in fase di acquisto.