Nba: undicesima vittoria consecutiva per i Grizzlies

Gennaio 27, 2017 0 Di Admin
Nba: undicesima vittoria consecutiva per i Grizzlies

Senza Durant, Brooklyn crolla con i Thunder

Memphis vince ancora con l’undicesima vittoria consecutiva. Brooklyn senza Durant va a picco. Jokic e Ingram, trascinano a comodi successi Denver e New Orleans. È la vetrina della 4 partite della notte Nba. Ecco il dettaglio.

Se ti piacciono le scommesse sportive, visita il sito di 20Bet Italia per scommesse online, bonus e live casinò

Grizzlies e Wolves

Con l’undicesima vittoria consecutiva, i Grizzlies salgono al terzo posto a Ovest, prendendosi la rivincita sui Wolves, che avevano inferto loro la peggiore sconfitta stagionale: il 20 novembre era finita 138-95. Stavolta la partita è equlibrata. Morant fatica, ma i Grizzlies ritrovano altri protagonisti: Bane, Jackson e Konchar, che dalla panchia sorprende, con una prestazione da 15 punti. Memphis ha perso Tillie, finito nel protocollo Covid. Minny segna a volontà con i soliti Edwards, Towns e Russel. Ma durante il rimbalzo ne concede 56 agli avversari, 10 in più di quelli raccolti, e concede ben 37 punti durante il terzo quarto, troppi per vincere in trasferta.

Brooklyn e Oklahoma City Thunder

Prima vittoria del 2022 per i Thunder. Non è una vittoria banale, e non soltanto perché arriva dopo 5 ko di fila, ma perché arriva a casa Nets. Brooklyn, però, era in una versione minimalista, con Durant e Mils a riposo dopo tanti straordinari, Irving a casa, Aldridge e Claxton infortunati. Harden si è scoperto solo o male accompagnato, con i suoi 26 punti, non sufficienti per i ragazzi di coach Nesh. I Thunder sono stati trascinati dai soliti noti, come Dort e Giddey. Volete organizzare un barbecue durante l’inverno? Ecco come organizzare una buona grigliata anche con il freddo.

Nuggets e Blazers

Tutto facile per Denver: per una volta, non deve spronare Jokic, limitato a 28′ d’impiego, con 20 punti, 8 rimbalzi e 7 assist. Il Joker era alle prese con uno sfizioso duello con Nurkic, ma la gara è stata così a senso unico che ha perso molto della polpa immaginata. I Nuggets hanno sfoggiato un ottimo Barton, che si è però poi infortunato al collo durante il 30 quarto, costretto quindi ad uscire anzitempo; i Blazers erano senza Simons, per ragioni personali, e senza Powell, per il protocollo Covid, e Lillard, che si è operato per il famoso problema addominale per cui rischia di aver già concluso la sua stagione: fuori causa per almeno 6 settimane.

New Orleans e Los Angeles

Si conferma in un eccellente momento di forma Ingram, mentre i Clippers si confermano in un momento complicato, per l’undicesima volta senza George, e dunque New Orleans, vince dominando, dall’inizio alla fine della gara. L’ala di Duke segna 24 punti, i Pelicans esibiscono 23 assist. Questa volta Los Angeles non ce la fa a rimontare, come aveva fatto con Denver. Così, paga la cattiva giornata di Jackson e Morris. Gli ospiti litigano col canestro e tirano col 38% dal campo.