ludopatia

Scommesse sportive online: belle ma attenti alla ludopatia

Le scommesse calcio online possono essere un ottimo strumento per divertirsi ma bisogna sempre ricordare di non esagerare mai per non rischiare la ludopatia

Le scommesse sportive online riescono ad offrire un ottimo modo per divertirsi e passare un pò di tempo divertendosi rendendo la partita della propria squadra preferita ancora più divertente quindi si può dire che le calcio scommesse riesce a migliorare non di poco la vita degli utenti ed è probabilmente per questo motivo che questo settore non riesce proprio a sentire la crisi allargando sempre di più il proprio giro di affari ma non sempre è tutto oro ciò che riluce perché andando ad analizzare le opportunità che internet ci mette a disposizione bisogna controllare bene le caratteristiche in modo tale da non trovarsi nella pessima situazione di aver a disposizione una piattaforma di gioco che non è in grado di offrire i prodotti più amati dagli utenti.

Un punto molto interessante, com’è possibile vedere sul sito codicebonusstranieri, sta nelle promozioni che le varie piattaforme di gioco prevedono. Nello specifico risulta importante il bonus benvenuto scommesse sportive e bonus benvenuto gratis poiché entrambi possono offrire la possibilità di ottenere delle interessanti somme di denaro per poter giocare in parte con i propri soldi ed in parte col credito che viene offerto dal bookie online.

Le calcio scommesse, come è stato accennato in precedenza, rappresentano una grande opportunità per divertirsi e come mezzo per allargare la propria cerchia di amicizie ma, come per tutte le cose, anche questo prodotto rischia di avere un terribile risvolto della medaglia. Come per tutte le cose che provocano piacere anche il gioco online potrebbe creare una vera e propria dipendenza, chiamata ludopatia, che porta ad una serie di terribili conseguenze non solo per chi gioca ma anche per i familiari e gli amici perché il malessere di una persona amata provoca un certo malessere. Tutti i bookie online cercano di mettere al sicuro i propri utenti con una serie di opzioni ma alla fine siamo noi che dobbiamo cercare di autoregolarci cercando di tenere sotto controllo le spese magari prendendo appunti delle cifre spese e delle giocate che si effettuano.

Quando si gioca non è così difficile perdere il controllo quindi fare attenzione ad alcuni segni premonitori può essere un ottimo modo per non rischiare di incappare in questo problema. Per esempio si può controllare il grado di accanimento col quale ci si affaccia con questi interessanti prodotti.

Come evitare traumi psicologici da trasloco

Forse non tutti lo sanno, ma il trasloco può procurare dei veri e propri problemi di salute, tanto che  studi recenti lo hanno posizionato al terzo posto come causa di squilibri emotivi, dopo il lutto e il licenziamento.

Perché il trasloco è così traumatico

Sostanzialmente le cause sono tre. La prima è l’ansia di organizzare tutto. Chi deve traslocare a Milano, non ha problemi perché ci sono validi professionisti che possono aiutare a risolvere molte problematiche, ma restano le altre due cause che, purtroppo, nessuno può risolvere: ricordi ed abbandono. Durante i preparativi per i traslochi vengono alla mente tutti i ricordi che avevamo diligentemente posizionato in un remoto nascondiglio del nostro cervello: oggetti e fotografie che tornano tra le mani, dal buio del passato per riportarci tutto alla mente. Questo è uno dei momenti più traumatici e tragici di un trasloco, in particolare se  è la prima volta che lo facciamo nella nostra vita: chi lo fa spesso, soffre meno questo disagio.

Un modo per evitare che tutto questo torni drammaticamente alla nostra mente è quello di prendersi qualche attimo nella propria vita, per andare a rispolverare i ricordi, almeno una volta all’anno. Ricordate che i pensieri, tristi o brutti che siano, non spariscono, stanno semplicemente lì, in un angolino della mente, pronti a saltar fuori. Ogni esperienza negativa sarà sempre traumatica se non si impara a rielaborarla.

Ultima causa è l’abbandono. Questa non tutti la provano, anzi, a volte andarsene da una casa può essere considerata una liberazione, ma per altri abbandonare il luogo che ha accolto la propria vita, i propri ritmi, le proprie abitudini, è un vero e proprio trauma.

Combattere depressione, stress e ansia

Sono i tre nemici del trasloco ma, con qualche attenzione, si possono combattere anche questi. Sono essenzialmente due le cose da fare. La prima è quella di programmare tutto nei minimi particolari, preparare una vera e propria scaletta che vi permetterà di vivere il trasferimento giorno per giorno, senza ansia e senza stress, programmando le varie scadenze.

La seconda cosa da fare è quella di prendere confidenza con la nuova abitazione. Se si tratta di una casa dove non ci sono lavori da fare, potreste recarvi per fare qualche lavoro di pulizia, sistemare il giardino o il terrazzo, portare qualche oggetto, in modo da farla diventare vostra un po’ alla volta, così non vi deprimerete più.

Monossido di carbonio: se lo conosci lo eviti

La morte di monossido di carbonio, nonostante siamo nel XXI secolo, è tutt’altro che rara e ogni anno fa registrare diversi decessi.

Che cos’è il monossido di carbonio?

Si tratta di un gas letale che si sprigiona dalla combustione incompleta di combustibili che contengono carbonio. Il problema spesso si presenta per colpa di impianti di riscaldamento vecchi, mal funzionanti che non vengono sottoposti alla dovuta manutenzione ordinaria. Il monossido, tra l’altro, è inodore e incolore e i sintomi di avvelenamento da monossido di carbonio purtroppo spesso non sono riconoscibili (mal di testa, nausea, vomito, vertigini). Spesso non ci si accorge di niente e non si riesce a reagire, per questo motivo la prevenzione è molto importante.

Far controllare l’impianto di riscaldamento

Basta chiamare www.3vservice.it per la manutenzione ordinaria e provvederanno a tutto loro, compreso il cambio di pezzi usurati, mantenere il calendario degli interventi, ricordarvi quando si deve fare il controllo, emissione del bollino blu per i gas di scarico ecc. La manutenzione ordinaria è il primo passo importante per prevenire qualsiasi genere di rischio dovuto all’emissione di monossido di carbonio.

Installare un sistema di ventilazione adeguato

Le case, per questioni ecosostenibili e adeguamento energetico, sono sempre più isolate e questo è un bene per il calore che non viene dissipato, ma è un male in caso si formino gas tossici, visto che non c’è ricambio d’aria. La soluzione migliore, in questo caso, è un buon impianto di ventilazione che permette il ricambio dell’aria.

Vecchi camini

Anche una vecchia canna fumaria può essere molto dannosa poiché, se ostruita, può impedire lo sfogo dei gas di scarico permettendo il ritorno. Anche le canne fumarie vanno fatte controllare per essere sicuri che non ci siano ostruzioni.
Ultimo consiglio, ma molto importante. Se state facendo costruire la vostra casa o state cambiando l’impianto di riscaldamento, cercate di far sistemare la caldaia in una stanza a doc, dove si possa chiudere la porta, isolando il dispositivo dal resto della casa e non ostruite il foro fatto apposta per il ricambio dell’aria, quello viene fatto per il vostro benessere e per la vostra sicurezza, lasciate che entri un po’ d’aria, vi farà solo bene. Il monossido di carbonio, non perdona!

Per restare in salute, bevi il tè tutti i giorni

L’invito parte Tea and Herbal Tea, un’associazione canadese che ha invitato tutti i suoi connazionali ad aumentare il consumo di tè per poter conoscere le virtù di questa bevanda.

Il tè fa davvero bene?

Secondo un sondaggio condotto da Nielsen per l’associazione sopracitata, bere tè fa bene, a partire dal relax che porta. Sicuramente, prendersi una pausa e potersi godere il rito del tè aiuta a ricaricare le energie e a staccare dalla routine, ma il tè non conteneva teina?

Louise Roberge, presidente dell’associazione sostiene che il tè è molto versatile e puoi scegliere il gusto preferisci e qui scopriamo che l’associazione canadese inserisce nella lista anche il tè verde, l’oolong e tutte le tisane. A questo punto il discorso si fa molto più ampio e convincente, visto che l’impiego è aperto a tutti i vegetali possibili ed immaginabili.

Il tè verde, vero benefattore della salute umana

Il tè verde è ricchissimo di proprietà, anche se in alcuni casi sembrano un po’ esagerate. Parliamo di una bevanda molto utilizzata in Giappone ma, attenzione, non ha nulla a che fare con quello a cui siamo abituati noi. Nel caso dei giapponesi, oltre ad essere un vero e proprio rito, si utilizza una polvere verde che va accuratamente miscelata con l’acqua e, una volta sciolta completamente, va bevuta senza essere filtrata. Insomma, bisogna bere il tè verde migliore per valutare le proprietà curative di questo infuso.

In questo caso si otterranno i benefici della bevanda come, ad esempio, la prevenzione delle carie. Infatti sembra che sia in grado di contrastare l’avanzata dei batteri situati nel cavo orale. È un ottimo antiossidante, ricco di polifenoli e bioflavonoidi, utili a contrastare i radicali liberi.

Secondo alcuni ricercatori della Penn State University si può utilizzare il tè verde per dimagrire,visto che alcune sostanze al suo interno sono in grado di bruciare i grassi, mentre per altri studiosi potrebbe essere utile per combattere la crescita di cellule tumorali legate al fibroma uterino.