Geni e compatibilità di coppia: la scienza ci dice se siamo fatti per stare insieme

Febbraio 12, 2019 0 Di Admin
Geni e compatibilità di coppia: la scienza ci dice se siamo fatti per stare insieme

I rapporti di coppia sono qualcosa di così complesso e artefatto da capire, che spesso ci si domanda come il mix alchemico riesca a venir fuori.

La scienza ha portato avanti degli studi fino a stabilire che la compatibilità di coppia possa essere dimostrata dai geni. Secondo quanto emerso da alcuni studi, i geni sono in grado di dare una motivazione per la quale due persone risultano anime gemelle. Ecco dunque di seguito spiegata la posizione della scienza circa il fatto che due persone possano o meno essere destinate a vivere felici insieme.

Gli scienziati: lo studio sulla compatibilità di coppia

Gli scienziati dopo aver condotto degli accurati studi, sono giunti alla conclusione che ci sono alcune coppie geneticamente predisposte a non sentirsi soddisfatte. Questo avviene a causa della presenza di una sostanza detta ossitocina che protende i partner a supportarsi o meno a vicenda. Di conseguenza la stessa sostanza spinge la coppia a sentirsi appagata o non dal rapporto. Ma come fanno i geni ad influenzare le relazioni d’amore e stabilire la felicità?

Come si creano le relazioni d’amore

Esistono dei criteri ma non certo relazionalistici secondo cui si sceglie di intraprendere una relazione. in amore, si deve ragionare di pancia e non di mente, come sottolineano anche gli esperti. Bisogna cioè essere fermamente convinti delle scelte che si fanno, e soprattutto bisogna lasciarsi andare solo ed esclusivamente con, una persona che piace, che desta interesse.

Le scelte di partner sono differenti a seconda che esse vengano fatte da maschi o femmine. Anzi più nello specifico, dallo studio è emerso che “Gli uomini sperimentano l’attrazione come attrazione fisica, se manca questa componente è meglio lasciare perdere; le donne sperimentano l’attrazione emotiva, sotto forma di amore, se manca questa meglio lasciar perdere.”

I nostri geni possono influenzare il modo in cui i partner di una coppia si sostengono a vicenda, determinando dunque la qualità del rapporto e la sua durata. Questo è quanto sostengono i ricercatori che hanno scoperto come il gene recettore dell’ossitocina sia in grado di interferire con le relazioni, ecco cosa c’è da sapere.

I rapporti di coppia però dipendono pure dalla ossitocina. Secondo il team di ricerca  che ha lavorato lo studio, c’è una vasta gamma di genotipi, legati al gene regolatore dell’ossitocina in grado di influenzare come in una coppia ci si dà sostegno in modo vicendevole. L’ossitocina può quindi essere considerato uno degli ormoni associati all’amore e all’attaccamento. Anzi, sui generis, esso è proprio l’ormone legato alla capacità di capire le altre emozioni. Tra l’altro la scoperta si ricollega a ricerche precedenti, che avevano già dimostrato come la qualità dei rapporti fosse altamente influenzata anche da componenti genetici. Per cui gli esperti si sono domandati se tra i geni legati all’amore ci fosse pure l’ossitocina.

I rapporti di coppia: tutto parte dall’ossitocina

Le relazioni di coppia sono quindi influenzate dall’ossitocina. Per cui, gli scienziati hanno decido di analizzare il comportamento di 79 coppie. Per ogni partner è stato domandato se esistesse un loro personale problema non concernente la coppia (ad esempio questioni sul luogo di lavoro) e di parlarne con la dolce metà per 10 minuti. Dopodiché ogni coppia ha dovuto rispondere, separatamente, a questionari atti alla determinazione della qualità del rapporto quando si è parlato del problema. Gli esperti a quel punto hanno poi raccolto campioni di saliva per analizzarne le caratteristiche genetiche indagate.

Dall’analisi dei campioni raccolti, è emerso che alcuni peculiari punti del gene che regola l’ossitocina tendevano ad influire sui comportamenti dei partner. In automatico poi cambiava la percezione della qualità del rapporto.

Più in particolare, gli esperti si sono resi conto che gli uomini con un particolare genotipo, che è legato a sintomi di deficit sociali, non avvertivano il giusto sostegno dalla moglie e, in genere, credevano che il loro rapporto fosse meno soddisfacente. Come scrivono gli scienziati “Per la prima volta abbiamo dimostrato che la variazione di specifici geni collegati al funzionamento dell’ossitocina hanno un impatto generale sulla qualità del rapporto, in parte perché sono rilevanti nel modo in cui i partner riescono a dare e riceve supporto l’uno dall’altro”.

Pare dunque che, gli esperti siano fortemente convinti che la genetica possa essere schiacciante all’interno dei rapporti di coppia. Tuttavia si deve pur sempre tenere conto che l’espressione di alcune situazioni viene influenzata da un più ampio contesto.