Come, quando e perché dei parassiti intestinali

Spesso, dal punto di vista clinico, i parassiti intestinali (volgarmente chiamati vermi) vengono sottovalutati, ma possono creare risvolti molto spiacevoli.

Cosa sono?

Si tratta di veri e propri vermicelli che entrano nel nostro corpo attraverso il cibo, l’acqua o il contatto con persone o animali infetti e si insediano nel nostro intestino dove trovano l’ambiente ideale per proliferare. Da noi le grandi infestazioni verminose sono un evento sconosciuto, ma le manifestazioni minori sono molto diffuse, anche se poco percepite sotto l’aspetto clinico.

Molti dottori non considerano la parassitosi un problema di cui preoccupasi, ma la situazione è sicuramente antipatica, anche se non pericolosa e per evitare che degeneri è bene combatterla subito utilizzando germitox, un prodotto a base naturale che eliminerà i parassiti presenti nel vostro intestino.

La mancanza del parassitologo

La figura del parassitologo è molto rara anche nei laboratori più complessi e organizzati poiché l’evento è collegato alla Medicina Tropicale, quindi di poco interesse nel nostro Paese. Il fatto che non ci siano grandi epidemie, però, dovrebbe spingere a mantenere sotto controllo i casi minori per evitare che evolvano e peggiorino.

Quali sono i sintomi che possono far pensare a una parassitosi?

Ci sono alcuni sintomi che potrebbero indicare la presenza di parassiti nell’intestino, come:  affaticamento, pallore estremo, cerchi scuri attorno agli occhi, mancanza di concentrazione. Sono segnali molto simili a quelli dati dall’anemia, quindi per accertarsi di cosa si tratta basta sottoporsi ad un test delle feci.

Quali sono i danni

Sostanzialmente una piccola parassitosi non porta danni ingenti nel breve tempo, ma sul lungo periodo può creare diverse problematiche perché impoverisce il sangue, continuando a proliferare, indebolisce il fisico e le difese immunitarie dando via a percorsi infiammatori e degenerativi. Nausea, diarrea, gastrite, meteorismo, dolori intestinali, cistite sono i primi passaggi dell’avanzata della parassitosi. È per questo motivo che è molto importante individuare e combattere immediatamente la presenza dei vermi intestinali, per non incappare in peggioramento. Oltre ad effettuare la cura è bene individuare la fonte di contagio, onde evitare di ricontrarre la problematica. Se visitate un posto che non conoscete bene, cercate di consumare solo cose confezionate o cotte.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *