Giornata Nazionale per la Salute: si celebrerà il 2 luglio di ogni anno

La Giornata Nazionale per la Salute nasce da un progetto promosso da Health City Insititute, Cittadiannzattiva, Ministero della Salute, Anci e Iss e ha come obiettivo quello di stimolare i sindaci a promuovere la salute nelle città.

Ad ogni città il suo status

I dati Istat hanno fornito notizie interessanti sulla dislocazione di certe malattie. Un esempio? Il 52% delle persone diabetiche risiedono in 14 città metropolitane. Non solo diabete, ma nelle città si diffondono più velocemente e in maggior numero le malattie croniche come colesterolo o obesità.

Da questi dati è nata proprio l’idea di sensibilizzare i sindaci a migliorare le situazioni relative alla salute nelle città, facendo cosa? Intanto istituendo una giornata che sarà dedicata totalmente alla sensibilizzazione e alla formazione. Per quest’anno l’iniziativa avrà il titolo: “Colora di salute la tua città”.

Beatrice Lorenzin, ministro della salute

Alla presentazione del progetto, la Lorenzin ha sottolineato: “Le città sono quello che noi siamo o meglio noi siamo quello che sono le città. L’istituzione della Giornata nazionale per la salute e il benessere nelle città rappresenta un’occasione preziosa per richiamare l’attenzione sulla necessità di migliorare la salute nei luoghi dove viviamo. Progettare città che siano sempre più organismo viventi è una visione moderna e necessaria di cosa oggi significa salute. Ecco perché vedere come le città riescano a sostenere la salute dei loro cittadini è una sfida. Salute della città significa non solo salubrità dell’aria, ma anche la realizzazione di spazi verdi e di edifici ecosostenibili, di orti urbani. È quindi fondamentale aiutare i Comuni su come si può, con poche misure, favorire la promozione della vita attiva e la corretta alimentazione. La salute passa quindi anche attraverso le misure urbane, come la migliore gestione del trasporto pubblico, la cultura nella scuola alla sana alimentazione, iniziative di attività socializzanti come promuovere l’attività fisica nei parchi per sconfiggere la sedentarietà”.

A questo punto non resta che partecipare alle varie iniziative e dare una spinta a questo progetto che parte con delle buone idee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *